PCi Bellinzonese

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Quadro istituzionale Compiti della protezione civile

Compiti della protezione civile

E-mail Stampa PDF

Il nostro paese è densamente popolato. Le nostre infrastrutture sono altamente tecnologiche. La nostra società è fortemente interconnessa e quindi sempre più vulnerabile. È pertanto necessario proteggere la popolazione e le sue basi vitali.

Catastrofi come, ad esempio, un alluvione o un incidente aereo, ma anche situazioni d'emergenza come una pandemia influenzale possono verificarsi in qualsiasi momento.

La gestione di questo genere di eventi è un compito di Protezione della popolazione, un sistema integrato composto da cinque organizzazioni partner:

  • Polizia
  • Pompieri
  • Sanità pubblica
  • Servizi tecnici
  • Protezione civile

La protezione civile è prevalentemente un ente di secondo intervento del sistema integrato della protezione della popolazione. Non si tratta quindi di un ente di intervento immediato ma viene impiegato soprattutto per rinforzare le altre organizzazioni partner in caso di catastrofi e situazioni d'emergenza di ampia portata e/o lunga durata.


Essa svolge i seguenti compiti:

  • mette a disposizione l'infrastruttura di protezione e i mezzi per dare l'allarme alla popolazione,
  • assiste i senzatetto e le persone in cerca di protezione,
  • protegge i beni culturali,
  • offre sostegno alle altre organizzazioni partner (polizia, pompieri e sanità pubblica), soprattutto in caso di catastrofi ed altre situazioni d'emergenza,
  • fornisce rinforzo nel campo dell'aiuto alla condotta e della logistica,
  • esegue lavori di ripristino per le infrastutture importanti,
  • presta interventi di pubblica utilità.
 

Notizie flash

A seguito dei provvedimenti adottati dalle Autorità federali e cantonali per combattere il coronavirus, i corsi di ripetizione previsti fino a fine giugno 2020, non potranno essere svolti nella forma prevista.

Richiamata la risoluzione no. 1262 dell'11 marzo 2020, con cui il Consiglio di Stato ha decretato lo stato di necessità sul territorio cantonale, i militi potranno tuttavia essere chiamati in servizio per esigenze di intervento.